Questo sito utilizza i cookie per l'analisi del traffico e per la personalizzazione degli annunci. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni visita la nostra norme sulla privacy.

Come rimuovere un muro interno completo (non portante)?

Le coperture degli interruttori dal muro
Rimuovere tutte le prese e le coperture degli interruttori dal muro e controllare la tensione su ciascuna scatola elettrica, utilizzando un tester di tensione senza contatto.
Panoramica
  • Tempo totale: 2 ore
  • Livello di abilità: principiante

Rimuovere un muro interno non portante è un lavoro disordinato e polveroso, ma non è un lavoro difficile e la maggior parte delle pareti esce più pulita di quanto ci si potrebbe aspettare. Il processo di base prevede il controllo del muro per il cablaggio, l'impianto idraulico o altri elementi che non si desidera danneggiare. Quindi, sfonda il muro a secco e inizi a toglierlo pezzo per pezzo. Puoi rompere i pezzi a mano, ma un approccio più pulito consiste nel tagliare il muro a secco lungo i bordi delle borchie e rimuovere i pezzi di grandi dimensioni. Il passaggio finale consiste nel tagliare e far leva sul muro che inquadra i montanti e le piastre.

Prima di iniziare, è necessario un piano per spostare o terminare qualsiasi cablaggio, impianto idraulico o conduttura che attraversa il muro. Ma molto più importante, devi confermare che non è un muro portante. Un muro portante fornisce supporto strutturale per carichi di peso sopra il muro, quindi non può essere rimosso senza una nuova struttura che ne prenda il posto. La rimozione di un muro portante è un progetto che richiede un aiuto professionale.

Individuare tutti i cavi, le tubature e le linee o condotti HVAC nel muro prima di iniziare la demolizione. Spegnere l'alimentazione a tutti i circuiti elettrici nell'area e lasciarla spenta finché tutti i cavi interessati dalla rimozione dalla parete non sono terminati in modo sicuro.

Di cosa avrai bisogno

Attrezzature / strumenti

  • Tester di tensione senza contatto
  • Cacciaviti
  • Barra di leva piatta
  • Martello o mazza
  • Coltello multiuso
  • Maschera antipolvere o respiratore
  • Protezione dell'udito e degli occhi
  • Guanti da lavoro
  • Sega alternativa con lama demolitrice

Materiali

  • Fogli di plastica (opzionale)

Istruzioni

  1. Spegni la corrente e l'acqua

    Spegnere l'alimentazione a tutti i circuiti elettrici nell'area di lavoro spegnendo gli interruttori appropriati nel pannello dei servizi elettrici della vostra casa (scatola degli interruttori). Rimuovere tutte le prese e le coperture degli interruttori dal muro e controllare la tensione su ciascuna scatola elettrica, utilizzando un tester di tensione senza contatto. Se eventuali prese o interruttori rimarranno in posizione durante la demolizione iniziale, rimuovere la presa o le viti dell'interruttore ed estrarre il dispositivo dalla sua scatola elettrica.

    Se ci sono tubi all'interno del muro, chiudere l'acqua alla chiusura della diramazione più vicina (se disponibile) o alla valvola di chiusura principale della casa.

  2. Rimuovere le porte (se necessario)

    Rimuovere eventuali porte nel muro svitando i cardini dagli stipiti delle porte. Se prevedi di riutilizzare una porta, puoi rimuovere il rivestimento della porta (modanatura) e tagliare i chiodi che attraversano gli stipiti e nell'intelaiatura del muro, usando una sega alternativa con una lama per il taglio dei metalli. Quindi, fai scorrere il telaio dello stipite fuori dal muro.

  3. Rimuovere tutte le finiture

    Rimuovere con attenzione tutte le finiture, come i battiscopa, dal muro, utilizzando una barra di leva piatta. Se devi toccare la barra con un martello per avviarlo, fallo in modo che eventuali danni si verifichino sul muro a secco piuttosto che sul rivestimento (se stai salvando il rivestimento).

  4. Taglia tutta la vernice e calafatare i sigilli

    Tagliare la vernice e / o il mastice nel punto in cui il muro incontra il soffitto e le pareti adiacenti, utilizzando un taglierino affilato. Quando rimuovi il muro a secco, questo impedirà il distacco della vernice e della carta per cartongesso sulle superfici adiacenti.

    Racchiudere l'area di lavoro con un rivestimento di plastica trasparente per contenere la polvere. Appendi le lenzuola al soffitto in modo che si estendano fino al pavimento. La polvere del muro a secco è estremamente fine (ma abrasiva) e può facilmente spostarsi dall'area di lavoro se non è sigillata.

  5. Fai dei buchi di avviamento nel muro a secco

    Indossare protezioni per occhi e orecchie, guanti pesanti e una maschera antipolvere o un respiratore di buona qualità.

    Picchietta delicatamente il muro a secco con un grande martello, come un martello da carpentiere o una mazza per creare un foro iniziale. Se il muro non penetra facilmente, probabilmente stai colpendo un perno. Spostare il martello di qualche centimetro di lato e riprovare.

  6. Taglia tra le borchie

    Rimuovere il muro a secco dall'altro lato del muro
    Rimuovere il muro a secco dall'altro lato del muro, utilizzando le stesse tecniche.

    Equipaggia una sega alternativa con una lama di demolizione. Inserire la lama nei fori di avviamento per ritagliare sezioni di muro a secco tra i perni. I montanti delle pareti si trovano solitamente a 41 centimetri di distanza, da centro a centro, lasciando uno spazio di 37 cm tra i montanti. Cerca di tagliare delle sezioni che puoi afferrare e rimuovere in pezzi singoli.

    Fare attenzione a non tagliare eventuali cavi, tubi o condutture rimanenti all'interno del muro.

  7. Rimuovere le sezioni del muro a secco

    Estrarre le sezioni di cartongesso per rimuoverle dall'inquadratura. Se ci sono bordi in cui non puoi tagliare il muro a secco, dai al pezzo uno strattone deciso, tirandolo indietro, per romperlo lungo i bordi non tagliati. Gettare i pezzi rimossi in un cestino o metterli in una pila per la rimozione; non lasciarli cadere sul pavimento dove puoi inciampare.

  8. Rimuovere il muro a secco dall'altro lato

    Rimuovere il muro a secco dall'altro lato del muro, utilizzando le stesse tecniche. Puoi lavorare da entrambi i lati del muro, ma a volte rimanere sul lato di partenza è più facile perché puoi vedere dove sono i tacchetti.

  9. Rimuovere le borchie e le piastre

    Usa la sega alternativa per tagliare ciascun perno orizzontalmente vicino al centro della lunghezza del perno. Tirare indietro le estremità tagliate dei perni verso di sé per staccarli dai chiodi che li fissano alla piastra a muro superiore / inferiore.

    Quando tutti i prigionieri vengono rimossi, utilizzare la barra di leva e un martello per sollevare la piastra superiore dall'intelaiatura del soffitto. Fai lo stesso con la piastra inferiore, staccandola dal sottofondo.

    Piegare o rimuovere tutti i chiodi prima di eseguirli o di gettarli. Pulire l'area e rimuovere tutta la polvere del muro a secco prima di rimuovere il rivestimento di plastica. Puoi aspirare piccole quantità di polvere con un aspirapolvere da negozio, ma non ci vuole molto prima che l'aspirapolvere inizi a soffiare polvere ovunque; è meglio spazzare prima.

    È una buona pratica piegarsi o rimuovere i chiodi da ogni pezzo di cornice dopo che è stato rimosso. Lasciare anche un solo chiodo sporgente dal legno è un incidente in attesa di accadere.

Come salvare borchie a tutta lunghezza

È più facile tagliare i perni e inclinarli lontano dalle piastre per rimuoverli, ma se vuoi riservare i perni per tutta la lunghezza, puoi tagliare i chiodi a un'estremità, quindi sollevare il perno dalla piastra opposta.

Utilizzare una lama per il taglio dei metalli sulla sega alternativa. Taglia con la lama piatta contro il piatto. La lama taglierà l'estremità del perno mentre attraversa l'articolazione e taglia i chiodi. Una volta che il perno è libero dalla piastra, allontanarlo dal muro e lavorarlo avanti e indietro secondo necessità per liberarlo dai chiodi sull'altra estremità.

FacebookTwitterInstagramPinterestLinkedInGoogle+YoutubeRedditDribbbleBehanceGithubCodePenWhatsappEmail